INTERVISTA DOPPIA… PRES. vs VICE

INTERVISTA DOPPIA

… in ambito “pallavolistico”              

 

PRESIDENTE  vs. VICE PRESIDENTE

Massimo Donadel vs Andrea Cancian

  • Da quanti anni ti dedichi con passione al Volley Codognè?

M: <Mi dedico al mondo del volley da 10 anni a questa parte.>

A: <Il mio primo incontro con il Volley Codognè è avvenuto nella stagione 2005/2006 nella quale mia moglie, al tempo “morosa”, era stata ingaggiata per giocare nella prima squadra. Al tempo avevo un ruolo di tifoso, poi negli ultimi due anni, avendo smesso di giocare a calcio a livello agonistico, ho deciso di dedicare del tempo a questa Società anche a livello dirigenziale.>

 

  • E’ stato primo amore o ci sono state altre società prima?

M: <No ho avuto la mia prima esperienza a Fontanelle al Kallima durata 6 anni e poi qui al Volley Codogne da 4.>

A: <Primo amore! Non solo per il Volley, ma più in generale per Codognè; avendo giocato per 6 anni a calcio con la squadra locale, ho avuto la fortuna di conoscere molte persone del paese, che tutt’ora stimo.>

 

  • In questi anni di gestione hai avuto qualche rimorso e/o rimpianto?

M: <Rimorsi o rimpianti direi di no, qualche dispiacere invece si.>

A: <Nessun rimorso e nessun rimpianto, cerco per quanto possibile di dare il massimo e il meglio alla Società e soprattutto alle atlete, avendo ancora una “mente” da giocatore , prima che “dirigente”.>

 

  • Cosa avresti fatto di diverso?

M: <Rifarei tutto ma in alcune circostanze avrei dovuto usare un po’ più di tatto quando si ha a che fare con persone non è mai troppo.>

A: <La verità è che non ho un “passato” dirigenziale sufficiente da poter valutare e giudicare.>

 

  • Cosa non avresti fatto?

M: <Nulla!>

A: <Ho sempre cercato di dare il massimo … ma si può sempre migliorare con l’esperienza!>

 

  • Speranze per il futuro?

M: <Che la stagione in corso possa chiudersi nel migliore dei modi sui vari fronti in cui le squadre sono impegnate.>

A: <La speranza che il Volley Codognè possa diventare sempre più una Palestra di alto livello, non solo in termini di risultati sportivi ma anche di vita per le atlete.>

 

  • Progetti a breve termine?

M: <Nel breve termine non ci sono particolare progetti o iniziative. Inizieremo a stretto giro, ad analizzare e programmare la stagione 2016/2017.>

A: <Con pazienza e fiducia stiamo cercando di realizzare diversi progetti.>

 

  • Cosa ti rende più felice? (in palestra si intende)

M: <La maggiore felicità in palestra la provo quando la squadra che sta giocando (qualsiasi essa sia, quindi una del settore giovanile piuttosto che la prima squadra) riesce ad emozionarmi.>

A: <La felicità delle atlete è anche la mia felicità da sportivo e da dirigente; può essere espressa da una vittoria sportiva, ma anche dallo spirito di sacrificio delle atlete sempre presenti in palestra per gli allenamenti oppure per una semplice “pizza” dopo l’allenamento/partita.>

 

  • Più incazzato dopo una sconfitta o quando uno sponsor non dona?

M: <Dopo una sconfitta!>

A: <Incazzato, o meglio dispiaciuto, per una sconfitta laddove le atlete non abbiano dato il massimo possibile!>

 

  • Il tempo che dedichi al volley vorresti investirlo in altro?

M: <No mi piace occuparmi di questa associazione, lo faccio per passione e per spirito di dedizione ad una causa comune.>

A: <No, è una passione alla quale dedico volentieri il mio tempo libero disponibile.>

 

  • Che personaggio tecnico ti piacerebbe vantare all’interno del Volley Codognè?

M: <Sono molto contento degli allenatori che attualmente il Volley Codogne può vantare, li considero i migliori nel panorama dei tecnici potenzialmente coinvolgibili.>

A: <Credo che il tecnico “perfetto” non esiste, in quanto la perfezione è comunque sempre soggettiva; io e il Pres (Massimo) ci stiamo impegnando per uno staff che possa rappresentare un valido punto di riferimento per le atlete, sia tecnico che umano.>

 

  • Che atleta vorresti vestisse la maglia del Codognè?

M: <Fermo restando che sono contentissimo di tutte le atlete che può vantare il Volley Codognè, mi piacerebbe rivedere con la nostra maglia Giorgia De Stefani: grinta, spirito di sacrificio e dedizione da vendere.>

A: <In realtà sarebbe per me un grande onore e soprattutto conferma del buon lavoro svolto da tutta la Società, se, nel futuro, qualche atleta giovane del Volley Codognè approdasse nella massima serie A, così come nel passato la “storica” Jenny Barazza!>

 

  • In quali aspetti ti piacerebbe migliorasse questa società?

M: <C’è sempre da migliorare e da imparare ma il Volley Codognè (e non lo dico solo io ma lo riconoscono le altre Società che incontriamo in giro per il Veneto) ha una struttura e una organizzazione di assoluto rilievo e competenza.>

A: <Ci sono sempre tanti aspetti che possono essere migliorati. Purtroppo nello sport in generale, senza quindi specifico riferimento al Volley Codognè, il livello qualitativo sta drasticamente calando rispetto al passato, e questo ritengo sia imputabile fondamentalmente ad una caratteristica che sta venendo sempre meno: lo spirito di sacrificio. Ecco, questo sarebbe un aspetto sul quale mi piacerebbe “lavorare”, non solo come Società sportiva, ma anche con l’aiuto delle famiglie, che purtroppo sempre più cercano di “tutelare” il proprio figlio, nel bene e nel male.>

 

  • Di cosa può vantarsi invece?

M: <Beh credo che il Volley Codognè sia una società “familiare” ma che allo stesso tempo fa le cose non tanto per farle ma con “professionalità”. Ecco questo aspetto credo possa essere un vanto per una realtà come la nostra.>

A: <La grande qualità del Volley Codognè, che da sempre la contraddistingue, è la serietà e l’umiltà con le quali persegue la finalità sportiva.>

 

  • Avete un saluto particolare, una parola in codice?

M: <Certo: che dio te spolpe l’animale!>

A: <Tutto alla luce del sole! Unica “particolarità2: ci salutiamo dandoci “il cinque” con il dorso della mano anziché col palmo!>

 

  • Avete mai guardato ad un avversario con invidia?

M: <No con invidia ma con curiosità si.>

A: <Nessuna invidia, ritengo ci debba essere sempre ed in ogni caso il massimo rispetto per tutti gli avversari!>

 

  • Più amici o nemici tra le varie società?

M: <Per quel che mi riguarda amici.>

A: <Nessuno delle due. Stiamo cercando di instaurare delle collaborazione sportive con alcune Società, anche se purtroppo stiamo riscontrando una certa riluttanza soprattutto – per assurdo! – da parte delle Società a noi geograficamente più vicine.>

 

  • Cosa ne pensi delle varie collaborazioni tra diverse realtà?

M: <Saranno sempre più necessarie per sopravvivere: in futuro credo che assisteremo a vari processi di fusione ed unione tra Società limitrofe. I costi di gestione sono importanti e non calano ma le entrate e non solo per cause legate alla situazione economica generale. Pertanto il “fare squadra” diventerà non un piacere ma un obbligo. Le collaborazioni invece non le ho mai viste di buon occhio: servono regole chiare e rispetto tra le parti e questo non sempre avviene.>

A: < Come sopra detto, sarebbe molto bello che Società sportive “limitrofe” collaborassero attivamente per una pallavolo qualitativamente sempre migliore.>

 

 

  • Più momenti di gioia o di scoramento?

M: <Gioia senza dubbio!>

A: <Ad oggi, per la mia breve esperienza, non posso che essere soddisfatto dei risultati raggiunti.>

 

  • Tuo mantra nella gestione di questa società

M: <Chi crede vince. Ce l’abbiamo fatta e lo rifaremo.>

A: <Chi si ferma è perduto.>

 

GOSSIGNE’ JUNIOR U14

Spazio oggi ad un altro palleggiatore della squadra, timida e insicura ma che tanto può dare …

NOME E COGNOME Elena Cattai

SOPRANNOME Elle

ALTEZZA 159 cm.

RUOLO palleggiatrice

MATERIA CHE STUDI PIU’ VOLENTIERI spagnolo

ILTUO/TUOI HOBBY guardare la tv

SPORT PREFERITO DA VEDERE IN TV calcio e rugby

PROGRAMMA TELEVISIVO PREFERITO “Segreto”

VIAGGIO IDEALE in Spagna o in America

LIBRO PREFERITO “L’uomo che sussurrava ai cavalli”

UNA CANZONE CHE HA UN GRANDE SIGNIFICATO PER TE “Simili”, Laura Pausini

LA PERSONA CHE AMMIRI DI PIU’ IN ASSOLUTO la mia bisnonna (anche se non c’è più)

UNA CITAZIONE CHE PORTI SEMPRE CON TE <Sbagliando si impara>

 QUANDO E COME HAI INIZIATO A GIOCARE A PALLAVOLO? Ho iniziato alle elementari seguendo alcune mie compagne di scuola

COSA FAI SOLITAMENTE PRIMA DI UNA PARTITA? Cerco di rilassarmi perché sono tesa

E DOPO? Penso al risultato della partita, a come ho giocato … quello che ho sbagliato cercherò di migliorarlo

HAI DEI PORTAFORTUNA? No

LA FRASE CHE RIPETI PIU SPESSO IN PALESTRA: … sbuffo

L’ALLENAMENTO PERFETTO: dare sempre il massimo qualunque cosa si faccia

UNA QUALITA’ CHE AMMIRI DI UNA TUA COMPAGNA DI SQUADRA: la grinta, il non mollare mai

GIOCATORE PREFERITO DI SERIE A / DELLA NAZIONALE Alisha Glass

 

ITALIANO O MATEMATICA? Matematica

VERIFICA SCRITTA O ORALE? Scritta, ma se gli argomenti sono tanti preferisco orale

JEANS O LEGGINS? Jeans

TUTA O VESTITO? Tuta

CAPELLI SCIOLTI O CODA? Coda

IN BICICLETTA O A PIEDI? Bicicletta

ASCOLTARE MUSICA O LEGGERE UN LIBRO? Ascoltare musica

PIZZA O GELATO? Gelato

COCA-COLA O THE? Coca-Cola

PALLEGGIO O BAGHER? Palleggio

ATTACCO IN DIAGONALE O IN PARALLELA? Diagonale

PALLONETTO O MANI-FUORI? Pallonetto

RICEZIONE O DIFESA? Difesa

BATTUTA IN SALTO O PIEDI A TERRA? A terra, ma mi piacerebbe tanto saper fare quella in salto

ESERCIZI DA SOLI, A COPPIE, O DI SQUADRA? Di squadra

PALABLU’ O MEDIE? Palablu

DITA “INCALCATE” O FIANCHI BRUCIATI? Sarebbe meglio nessuno dei due, però preferisco fianchi bruciati

PIU’ PASTE O MULTE? Paste

A FINE PARTITA: “BRAVA” O “CIAO”? Brava

VOLLEY 14 CO2GNE’ – SEA STAR SIMA BREMAS 0-3

VOLLEY 14 CO2GNE’ – SEA STAR SIMA BREMAS   0-3   (13-25, 13-25, 18-25)

Le teste di serie provenienti da Candelù annientano le giovani di coach Sperandio che non riescono ad entrare mai completamente in partita a causa sopratutta di una ricezione alquanto imprecisa e fallosa. Le ragazze di coach Biasi dai 9 metri sfoderano una prestazione di forza e solo nel terzo set Marion e compagne a sprazzi sembrano crederci.

 Partita archiviata, esperienza che vale per capire cosa significa giocare veramente a pallavolo … testa, corpo e cuore ora sull’ultima gara di questo girone di eccellenza. Appuntamento domenica prossima alle ore 11.30 a Castello di Godego per terminare nel migliore dei modi questa esperienza formativa.

FORZA BLUES

GOSSIGNE’ JUNIOR 14

Spazio oggi a uno dei palleggiatori della squadra, proveniente da Vallonto come lei tende sempre scherzosamente a sottolineare …

 

NOME E COGNOME Ilaria Andreetta

SOPRANNOME Ila

ALTEZZA 168 cm.

RUOLO palleggiatrice

MATERIA CHE STUDI PIU’ VOLENTIERI spagnolo

ILTUO/TUOI HOBBY suonare il piano

SPORT PREFERITO DA VEDERE IN TV calcio

PROGRAMMA TELEVISIVO PREFERITO “Amici”

VIAGGIO IDEALE Londra

LIBRO PREFERITO “Colpa delle Stelle”

UNA CANZONE CHE HA UN GRANDE SIGNIFICATO PER TE “A te”, Jovanotti

LA PERSONA CHE AMMIRI DI PIU’ IN ASSOLUTO non saprei

UNA CITAZIONE CHE PORTI SEMPRE CON TE <L’unione fa la forza>

 QUANDO E COME HAI INIZIATO A GIOCARE A PALLAVOLO? 6 anni fa perché ci andava una mia amica

COSA FAI SOLITAMENTE PRIMA DI UNA PARTITA? Ascolto musica

E DOPO? Se ho giocato male piango, altrimenti festeggio

HAI DEI PORTAFORTUNA? No

LA FRASE CHE RIPETI PIU SPESSO IN PALESTRA: “… che alzata di merda che ho fatto!”

L’ALLENAMENTO PERFETTO: sempre 6 vs. 6

UNA QUALITA’ CHE AMMIRI DI UNA TUA COMPAGNA DI SQUADRA: la grinta

GIOCATORE PREFERITO DI SERIE A / DELLA NAZIONALE Ivan Zaytsev

 ITALIANO O MATEMATICA? Matematica

VERIFICA SCRITTA O ORALE? Scritta

JEANS O LEGGINS? Jeans

TUTA O VESTITO? Tuta

CAPELLI SCIOLTI O CODA? Sciolti

IN BICICLETTA O A PIEDI? Bicicletta

ASCOLTARE MUSICA O LEGGERE UN LIBRO? Ascoltare musica

PIZZA O GELATO? Pizza

COCA-COLA O THE? Coca-Cola

 PALLEGGIO O BAGHER? Palleggio

ATTACCO IN DIAGONALE O IN PARALLELA? Parallela

PALLONETTO O MANI-FUORI? Pallonetto

RICEZIONE O DIFESA? Ricezione

BATTUTA IN SALTO O PIEDI A TERRA? A terra

ESERCIZI DA SOLI, A COPPIE, O DI SQUADRA? Di squadra

PALABLU’ O MEDIE? Palablu

DITA “INCALCATE” O FIANCHI BRUCIATI? Dita incalcate   

PIU’ PASTE O MULTE? Multe

A FINE PARTITA: “BRAVA” O “CIAO”? Ciao

U14: VOLLEY 14 CO2GNE’ – PALLAVOLO MEDUNA ASD 3-1

VOLLEY 14 CO2GNE’ – PALLAVOLO MEDUNA ASD   3-1   (14-25, 25-15, 25-16, 25-12)

Gara dai due volti quella offerta dalle leonesse dell’under 14 sabato scorso nella palestra delle scuole medie. Primo set fantasma per Marion e compagne che commettono troppi errori dopo essere entrate in campo con l’approccio sbagliato, i cambi non sortiscono l’effetto sperato e il primo parziale se ne va mestamente. Dal secondo set le tante parole spese nel corso della settimana dopo la pessima prestazione contro il Volley Piave fruiscono una reazione evidente. Più aggressive dalla linea dei nove metri, precise in ricezioni e cattive in attacco, le bianco blu si aggiudicano offrendo sprazzi di bel gioco la gara avvicinandosi così in classifica proprio alle avversarie. Appuntamento sabato prossimo in casa alla stessa ora contro la capolista Energym Bremas … FORZA e CORAGGIO

 

START VOLLEY PIAVE – VOLLEY 14 CO2GNE’ 3-0

START VOLLEY PIAVE – VOLLEY 14 CO2GNE’   3-0   (25-20, 25-16, 28-26)

Purtroppo l’aspetto più eclatante della partita di sabato a Falzè è stata la convinzione di perdere e la volontà di non combattere e non farsi valere … nel primo set i momenti di lucidità nel gioco sono stati troppo pochi, nel secondo parziale non si è mai scorta la volontà di giocarsela subendo soprattutto in seconda linea. Nel terzo e ultimo Marion e compagne hanno deciso di spingere sull’acceleratore troppo tardi e sul fil di lana le ragazze di Toniolo hanno avuto la meglio. I break in cui subiamo il gioco dell’avversario sono sempre troppo lunghi, grossa è la difficoltà di trovare in poco tempo la soluzione al caso … ciò fa pensare ad un gruppo poco squadra.

GOSSIGNE’ JUNIOR U14

Iniziamo questa simpatica rubrica con il capitano della nostra under 14, una giocatrice che fa di ricezione e difesa i suoi cavalli di battaglia, poco paziente e perfezionista …

NOME E COGNOME Aurora Marion

SOPRANNOME Aury

ALTEZZA 158 cm.

RUOLO schiacciatore-ricevitore

MATERIA CHE STUDI PIU’ VOLENTIERI geografia

IL TUO/TUOI HOBBY ascoltare musica, guardare la TV, fare i dolci (quando ho tempo)

SPORT PREFERITO DA VEDERE IN TV guardo tutti gli sport

PROGRAMMA TELEVISIVO PREFERITO Grey’s Anatomy

VIAGGIO IDEALE Ibiza

LIBRO PREFERITO “Una Meravigliosa Bugia”

UNA CANZONE CHE HA UN GRANDE SIGNIFICATO PER TE “Adore”, Jasmine Thompson

LA PERSONA CHE AMMIRI DI PIU’ IN ASSOLUTO la nonna Virginia

UNA CITAZIONE CHE PORTI SEMPRE CON TE “Tu puoi fare qualsiasi cosa se hai entusiasmo”

 QUANDO E COME HAI INIZIATO A GIOCARE A PALLAVOLO? In quarta elementare perché dovevo iniziare a fare sport

COSA FAI SOLITAMENTE PRIMA DI UNA PARTITA? Ascolto musica

E DOPO? Rifletto sulla partita, sui miei errori sopratutto

HAI DEI PORTAFORTUNA? Si, un elastico nero

LA FRASE CHE RIPETI PIU SPESSO IN PALESTRA: “Dai raga” e “Ma va in mona”

L’ALLENAMENTO PERFETTO: iniziare con un gioco divertente, poi un po’ di esercizi di attacco e difesa a coppie e, alla fine, 6 contro 6

UNA QUALITA’ CHE AMMIRI DI UNA TUA COMPAGNA DI SQUADRA: la grinta

GIOCATORE PREFERITO DI SERIE A / DELLA NAZIONALE N’Gapeth, Grebennikov, Arrighetti

 

 

ITALIANO O MATEMATICA? Matematica

VERIFICA SCRITTA O ORALE? Scritta

JEANS O LEGGINS? Jeans

TUTA O VESTITO? Non ho vestiti

CAPELLI SCIOLTI O CODA? Coda

IN BICICLETTA O A PIEDI? Entrambi

ASCOLTARE MUSICA O LEGGERE UN LIBRO? Ascoltare musica ovviamente

PIZZA O GELATO? Pizza

COCA-COLA O THE? Coca-cola

 

PALLEGGIO O BAGHER? Bagher

ATTACCO IN DIAGONALE O IN PARALLELA? Diagonale

PALLONETTO O MANI-FUORI? Mani fuori

RICEZIONE O DIFESA? Difesa

BATTUTA IN SALTO O PIEDI A TERRA? In salto

ESERCIZI DA SOLI, A COPPIE, O DI SQUADRA? A coppie

PALABLU’ O MEDIE? Palablu

DITA “INCALCATE” O FIANCHI BRUCIATI? Fianchi bruciati, ormai ci ho fatto l’abitudine

PIU’ PASTE O MULTE? Paste

A FINE PARTITA: “BRAVA” O “CIAO”? Brava

VOLLEY 14 CO2GNE’ – GIORGIONE PALL. BIANCO 1-3

VOLLEY 14 CO2GNE’ – GIORGIONE PALL. BIANCO   1-3 (20-25, 25-18, 16-25, 12-25)

Inizia il girone di ritorno per le giovani della 14 guidate in panchina da coach Sperandio. Con ancora nitida in mente la prestazione dell’andata a Castelfranco  caratterizzata dalle tante assenze, Marion e compagne scendono in campo con il coltello tra i denti. Il primo set è molto combattuto, forse con un tantino di convinzione e cattiveria in più … ma con i se e con i ma di strada non se ne fa! Così le bianco blu scendono sul parquet più attente e determinate nel secondo parziale che riescono a far loro. Si va al terzo dove il gioco forza delle avversarie ha la meglio … con palla alta le ragazze di Carrota attaccano qualsiasi pallone! Il quarto parziale rappresenta la resa dei conti, mentalmente siamo alla frutta e ci arrendiamo alla forza e alla bravura della seconda compagine del girone.

Peccato …

Appuntamento a sabato prossimo a Falzè contro il Volley Piave … in bocca al lupo tose!!!

 VOLLEY 14 CO2GNE’ – GODIGESE VOLLEY 3-0

 VOLLEY 14 CO2GNE’ – GODIGESE VOLLEY    3-0 (25-6, 25-8, 25-20)

Con quasi tutto il roster a disposizione, le giovani di coach Sperandio si impongono in maniera netta domenica mattina alle medie sull’ultima forza del girone. Limitando gli errori e battendo bene, Marion e compagne gestiscono tranquillamente i primi due parziali mentre nel terzo con qualche distrazione facciamo prendere fiducia all’avversario. Certi regali bisogna imparare ad evitarli in vista di gare più impegnative. Sabato prossimo il via al girone di ritorno …